Tag: panico

RIFLESSIONI | La dismorfofobia

Avevano usato questo termine per chiedermi se per caso ne soffrissi. Confesso, non ne avevo mai sentito parlare. Si chiacchierava sull’autostima, quella cosa che tu vedi addosso agli altri e non riesci a conquistare per te stesso. Quel mostro orribile che ti disegna come un mostro orribile quando trovi coraggio e ti guardi allo specchio. […]

Read more

IPOSTORIE | Quella bambola “infetta”

Soffro di ipocondria da tanti anni. Credo di aver fatto quasi qualsiasi tipo di esame diagnostico rivelatosi poi, per fortuna fino ad oram sempre negativo. Mia madre fa risalire la mia ipocondria ai tempi della scuola materna. Ci fu un periodo nel quale si verificarono tanti episodi di malattie esantematiche: sesta malattia, morbillo e varicella. […]

Read more

IPOSTORIE | L’ipocondria dopo la nascita di mio figlio

La mia ipocondria scoppiò nel 2013 con la nascita di mio figlio. Il terrore di ammalarmi e lasciarlo orfano mi assillava. Iniziai ad avere crisi di ansia: ogni minimo sintomo che il mio corpo mi trasmetteva per me significava tumore e morte. Incominciarono i miei anni più brutti, di cui i primi due furono i […]

Read more

10COSE | Le 10 canzoni che non possono mancare nella playlist dell’ipocondriaco

Le persone normali ascoltano musica. L’ipocondriaco la ausculta. Per questo esistono canzoni scritte proprio per descrivere il disturbo dell’ansia, con sfumature che vanno dall’attacco di panico alla manifestazione più deliberata dell’ipocondria. Ne abbiamo scelto 10 tra le più comuni, immaginando la playlist ideale che l’ipocondriaco dovrebbe conservare per non sentirsi solo nella sua travagliata esistenza. Sì, accettiamolo: esistono artisti […]

Read more

4 anni fa nasceva “Diario di un ipocondriaco”

Arrivo un po’ in ritardo, ma nel vago ricordo dei giorni in cui nasceva Diario di un ipocondriaco mi sono accorto che il 13 ottobre 2014 avevo creato la pagina. L’ho scoperto con un nuovo strumento disponibile sull’app ufficiale di Facebook, ed ecco la sorpresa: Perché creare il diario di un ipocondriaco? Avevo 31 anni ed […]

Read more

DIARIO | Una prossima vita senza ipocondria (8 ott 2018)

  Caro diario,   Esisterà una prossima vita senza ipocondria? Lo so, con questa domanda scomodiamo una legione di concetti, teorie, credenze, tomi e studiosi che ancora cercano una risposta. Ciò che ti chiedo, però, nasce dalla disperazione.   Non ne posso più.   Ben vengano i farmaci, le soluzioni disinfettanti, la mia scelta di […]

Read more

IPOSTORIE | Quell’infarto che in realtà era reflusso

Infarto o reflusso? Questo è il problema. Non avevo mangiato pesante e non mi ero affaticato più del dovuto, se consideriamo che mi ero concesso due giorni di vacanza da povery in una struttura prenotata su una piattaforma altrettanto da povery. In sostanza, dopo una pizza leggera mi ero messo a letto e dormivo beatamente. […]

Read more

DIARIO | Ipocondria, estate e zanzare (26 giu 2018)

Caro diario,ipocondria fa rima, più che mai, con estate. Mentre tutti si scoprono lucertole, stazionando sulle panchine esposte al sole delle 12 perché «rega’, c’ho bisogno der sole, er sole fa bene, aò!», io mi scopro vampiro, pericolosamente minacciato da luce, caldo e fuckin’ zanzare. Sì, le zanzare, e il mio non è un odio […]

Read more

DIARIO | La mia fobia sociale (12 giu 2018)

Caro diario, quel pomeriggio avevo fame. Dopo una mattina trascorsa tra autobus, cose, documenti da stampare e consegnare, ancora cose e cose, proprio quando il sole era allo zenit mi si era aperta una voragine nello stomaco. Fortunatamente ero vicino al centro della città e non era difficile trovare punti di ristoro anche per un […]

Read more

IPO IN VIAGGIO | L’estate, la bellezza e l’entomofobia

Osservare il paesaggio dal finestrino della macchina è solo una blanda anticipazione di quanto ti si presenterà una volta aperta la portiera. Apri, incontri il prato e subito devi tornare dentro, chiudere i finestrini e lasciarti soffocare dalla lamiera dell’auto. L’effetto serra, il sole battente, l’ipoventilazione. No, l’aria condizionata non c’è. Attendi. Lui ti aspetta […]

Read more