Tag: dolore

diario luca novembre 2017 doccia

DIARIO | La craniata sotto la doccia (13 nov 2017)

Caro Diario, ho esplorato le stelle in compagnia di volatili festosi che cantavano intorno alla mia testa. Liberi e curiosi. No, non ero in pieno trip da pasticca assunta in discoteca. Non vado in discoteca e tanto meno assumo sostanze stupefacenti. Non stavo sognando e nemmeno facevo un test per la Nasa. Ho dato una […]

Read more
attacco panico per strada

DIARIO | L’attacco di panico in mezzo alla strada (16 ott 2017)

«Il timor mortis è un brutto affare». Con queste parole Sara Tamburini – alla quale avevo rilasciato un’intervista per La Voce d’Italia – oggi commentava la condizione dell’ansioso ipocondriaco. Sì, perché le raccontavo che stamane avevo avuto un attacco di panico poco dopo esser uscito dall’Ufficio Postale. Sarebbe stata una normale mattina, con pochi utenti […]

Read more
ipocondria lavoro

DIARIO | Ipocondria sul lavoro (3 ott 2017)

Caro diario, ti darò mai un nome o ti accontenti di una denominazione comune? Va bene, fatta questa premessa vorrei parlarti dell’incidenza dell’ipocondria sul lavoro. Lavorando in un servizio di debunking (antibufala) mi ritrovo spesso a dover analizzare notizie a carattere medico. Non sono solito occuparmene se non dopo aver consultato alcuni medici che collaborano […]

Read more
diario 30 sett infarti fabio

DIARIO | Infarti (30 sett 2017)

Giorno 2. Caro diario, ho passato dei momenti orribili ieri, perciò non ti ho scritto. Ma partiamo dall’inizio. Sono uscito con la ragazza, e siamo andati ad un raduno di buddhisti. Ogni tanto ci andiamo, ci fa piacere perché sono tutte persone splendide e ci troviamo benissimo. In più ci rilassa e l’ansia passa. Un toccasana, […]

Read more
riflessioni la fine di una relazione

RIFLESSIONI | La fine di una relazione

Spread your wings, spread your wings. Un capello fa capolino. Lenzuola mutilate di un corpo che tra loro riposava. Si contorceva estatico, felice e complice. Lenzuola che ora metto via perché quel corpo è uscito da questa casa, lasciando una voce tra le pareti, uno sguardo che sfidava il sole. Un sorriso che scimmiottava la […]

Read more
reflusso

IPOSTORIE | Il reflusso per un ipocondriaco

Sono un fisioterapista. Un tipo solare, un allegrone che era solito girare il mondo solo in compagnia del proprio ukulele. Immagina questo coglione al quale non è mai importato nulla di nulla, tanto lui cantava e suonava allegramente per le persone, un felicione, insomma. Improvvisamente esplodono rutti esagerati, disturbi di ansia e di panico senza […]

Read more
la riva destra del fiume

SOTTOPELLE │ La riva destra del fiume

Posare un fiore su quella tomba campestre, appena dietro la chiesa sulla collina. Poco dopo che la folla si fosse dispersa, al termine della funzione della domenica. Lui  non ci andava mai. Stava inginocchiato lì davanti con i palmi sull’alabastro ruvido e polveroso con aria persa. Dai rami del rododendro filtrava il sole che gli […]

Read more
cltm p2 mask

SOTTOPELLE | Con le tue mani sporche – p. 2

Leggi la Parte Prima «Avevo ancora le chiavi». Mi ridesto e so che sarà per poco. Ti guardo e sono ghiaccio. Una colata di gelo mi rapisce. Sei qui, hai usato le chiavi che ancora conservavi e hai voluto svegliarmi, perché devo essere cosciente prima di morire. Io, paralizzata sul divano, guardo te in piedi. […]

Read more
riflessioni annalisa1

RIFLESSIONI | Quando innamorarsi significa tormento

Spesso associamo al concetto di amore sentimenti positivi e immagini serene, dei colori che assomigliano alle sensazioni di leggerezza e pienezza, di aura luminosa e splendore generale. Ma non esiste un solo tipo di amore come non esistono solo sensazioni positive legate a questo. L’amore non corrisposto ribalta la tavolozza dei colori, infatti. Non un’aura […]

Read more
ipostorie ascolto

IPOSTORIE | Il dramma di non ricevere ascolto

Dopo un anno di psicoterapia so ridere della mia ipocondria. Insomma, qualche lieve ricaduta ci sta, ma davvero riesco ad essere una ragazza sempre solare, riesco ad evitare di pensare alla moltitudine di sintomi che mi perseguitano ogni giorno, convincendo me stessa (nel bene e nel male) che siano sintomi derivanti solo ed esclusivamente dall’ansia. […]

Read more