Tag: diario di un ipocondriaco

intestino

RIFLESSIONI | Il nostro secondo cervello

Big brain / little brain. Questa favolosa accoppiata (letteralmente: cervello grande / cervello piccolo) condiziona la vita di ogni ansioso, e noi ipocondriaci ne sappiamo qualcosa. Se dentro la scatola cranica abbiamo il cervello, dobbiamo convincerci che questo comunica con l’intestino e insieme decidono sulle risposte alle nostre sensazioni. L’intestino, l’apparato digerente, il cervello piccolo. […]

Read more
biancofumo

SOTTOPELLE | Biancofumo

La mia ossessione per i colori. Maledetta ossessione. Ricerco ripetutamente quella perfezione che si disegna nelle situazioni più imbarazzanti. Non sono in grado di avvertire un suono se questo non include una propria pigmentazione, non sono capace di ricambiare uno sguardo se questo non colora. Il cinema è diventato un problema: non sopporto il bianco […]

Read more
ipostorie frutti rossi

IPOSTORIE | La mia allergia ai frutti rossi

Sono allergica a fragole e frutti rossi, e quando entro in loro contatto rischio lo shock anafilattico. Mio padre ha ben pensato di farsi venire voglia di fragole. Al solo profumo mi si chiudeva la gola. Voi potete immaginare come mi sia sentita a pranzo e cena, con quell’ansia tremenda che qualche zampillo mi andasse […]

Read more
strada notte paura

SOTTOPELLE | La strada, la notte, la paura

C’è qualcosa nel viaggiare su strada che mi inquieta, specialmente dopo il calare del sole. Sarà forse il fatto che d’improvviso tutto viene coperto da un manto buio e i contorni perdono confini netti, sarà la paura di ciò che non posso più vedere e la capacità delle luci giallognole dei fari di distorcere la […]

Read more
con le tue mani p1

SOTTOPELLE | Con le tue mani sporche – p. 1

È un mondo aberrante, quello che vedo riflesso negli occhi della vedova Rossini. Sono occhi esanimi nei quali riesco a specchiarmi. *** Avevi roteato gli occhi. Poi avevo scorto il loro biancore, quando per la tua leggerezza si erano sollevati verso il cielo. Avrò di che incupirmi, quando penserò all’estate. Ogni anno, dopo la primavera. […]

Read more
toxoplasmosi

IPOSTORIE | Toxoplasmosi e altre ipocondrie

La toxoplasmosi è l’incubo di tutte. Sì, certo, però io avevo 4 gatti in casa e i parenti mi dicevano di liberarmene, perché mi avrebbero fatto ammalare. Essendo fuori discussione l’abbandono dei miei mici, il pensiero della toxoplasmosi diventò ossessivo. Un solo esame al mese non mi bastava più: lo volevo fare ogni settimana. Una […]

Read more
mi sento un idiota

IPOSTORIE | “Mi sono sentito un imbecille”

Io e la mia ragazza non viviamo insieme, per cui ogni tanto passiamo il weekend fuori casa in un Bed&Breakfast. Ebbene, Domenica sera siamo rientrati dal B&B e ci siamo sentiti al telefono. Lei ha cominciato a dirmi di sentire un forte dolore alla pancia. Nella mia testa, subito, s’è fatta viva l’idea che avesse […]

Read more
ipostorie pasqua

IPOSTORIE | La mia Pasqua ipocondriaca

Pasqua 2016.  Sono stati giorni di abbuffate, resurrezioni, strette di mano, baci, rimpatriate, abbracci, buona Pasqua a te e famiglia, un grosso augurio di cuore a te e i tuoi cari. Certo. Mentre Gesù risorge io schiatto di prepotenza. Sabato sera trascorso tra una birretta e una pizza. La Domenica di Pasqua inizia il delirio. […]

Read more
isis

10COSE | Le 10 mosse con le quali l’ISIS attaccherà gli ipocondriaci

Vi faremo stare male veramente. Questo è il messaggio di apertura del comunicato dell’ISIS ricevuto stamattina nella posta ufficiale del Diario di un ipocondriaco. I terroristi del Califfato hanno cambiato obbiettivo, insinuandosi nella parte più debole dell’intera umanità: la salute. Un videomessaggio di 3:43 minuti che non posso pubblicare per non compromettere il nostro già […]

Read more
ipostorie odio ipocondria

IPOSTORIE | “Odio essere ipocondriaca”

Ho 17 anni e sono ipocondriaca. Odio essere ipocondriaca. Odio non poter salire sulle giostre, odio aver paura della velocità. Odio pensare che il mio cuore possa non sopportarle. Odio non poter dire quando sto male, odio dover aspettare di essere al limite. Odio non essere creduta, odio aver paura di non essere poi presa […]

Read more