Category: Riflessioni

RIFLESSIONI | Quando innamorarsi significa tormento

Spesso associamo al concetto di amore sentimenti positivi e immagini serene, dei colori che assomigliano alle sensazioni di leggerezza e pienezza, di aura luminosa e splendore generale. Ma non esiste un solo tipo di amore come non esistono solo sensazioni positive legate a questo. L’amore non corrisposto ribalta la tavolozza dei colori, infatti. Non un’aura […]

Read more

RIFLESSIONI | Lettera al mio organismo

Ciao, sai, con questo titolo mi sento un po’ Vasco Brondi, ma a te non importa perciò lascia perdere e prenditi il tempo che ti serve per dedicarti a questa missiva. Bighellonavo per casa con la premura di non passare bruscamente da un ambiente all’altro, per evitare sbalzi termici che avrebbero compromesso di certo il […]

Read more

INTERVISTE | Un’infermiera racconta gli ipocondriaci

Si è mai chiesto, un ipocondriaco, che opinioni ci siano da parte di chi si trova nell’opposta barricata? Sì, siamo sicuri di sì. Per questo abbiamo pensato di sentire una voce diversa. Taccuino, penna e Amuchina. Abbiamo poggiato la nostra curiosità sul tavolo di una stanza asettica e siamo rimasti in ascolto. Cosa pensa un’infermiera di […]

Read more

RIFLESSIONI | Migliorare i nostri punti di forza

Vorrei raccontare dell’ordinaria ipocondria delle mie giornate. Anni, specie gli ultimi tre, tempestati dai pensieri: gli impegni universitari, le relazioni sentimentali, felicità e paure. Insomma, tutto ciò che la vita ti riserva quando hai 20 anni. L’ipocondria si è manifestata in me in giovane età, ma era limitata e innocua. Subdola, l’ipocondria dell’adolescenza, contrariamente a […]

Read more

RIFLESSIONI | Google, il peggiore amico dell’ipocondria

Potreste stupirvi, ma solo recentemente ho abbandonato per sempre l’idea di ricercare un qualsiasi sintomo sui motori di ricerca. È stata una lunga relazione burrascosa, quella tra me e Google. Ricordate la vecchia linea a 56k? Ecco. Inizialmente usavo Virgilio, poi scoprii Google. La sua interfaccia più intuitiva e la maggiore velocità nell’ottenere i risultati […]

Read more

RIFLESSIONI | Perdonarsi

Spinsi la porta e fui dentro. Un armonioso coagulo di profumi e suoni mi accolse. C’era un parlare sommesso, discreto e posato; confessai a me stesso che per qualche istante l’ansia si era messa a sonnecchiare. Avevo sentito parlare spesso di quell’Erboristeria. Ero lì per i Fiori di Bach. Me ne avevano parlato e intendevo […]

Read more

RIFLESSIONI | L’attacco di panico e il diaframma

Esiste un canale di comunicazione tra il respiro e gli spasmi da panico. Questo è quanto ho imparato dopo l’ultimo intensissimo attacco d’ansia che mi colse mentre sedevo in macchina con la mia compagna. Improvvisamente arrivò il mostro: il senso di vuoto al petto e la conseguente tachicardia, le vampate incontrollate e il respiro che […]

Read more

RIFLESSIONI | Psicosomatizzazione, questa conosciuta

Da quando gestisco la pagina Facebook Diario di un ipocondriaco ho letto diverse storie. Tante. Ho imparato che il nostro corpo psicosomatizza sempre di più in rapporto con la crescita. Prima, si sa, non eravamo così. Un dolore a un braccio, un mal di testa o un piccolo disturbo all’apparato digerente non erano un problema. Era come […]

Read more

RIFLESSIONI | In costante tensione

Il disagio, l’ansia e il senso di pericolo possono debilitare ogni respiro e farci convertire in fragili statue di piombo. È come trovarsi costantemente nell’incrociarsi di fuochi amici e nemici, ma entrambi gli schieramenti si muovono senza sparare. In guerra fredda, incostanti. Le nostre difese si ammutinano e restiamo soli in un mondo che sentiamo […]

Read more

RIFLESSIONI | E tu che ipocondriaco sei?

Per coloro che ancora ne ignorano l’esistenza, sappiate che l’ipocondria è una realtà. Vi circonda come l’aria e infesta anche le persone che vi sono vicine. Anche voi. Perciò, in nome del cielo, non fate tanto chiasso quando qualcuno vi viene a parlare della sua vita da ipocondriaco. Ancora? Ridete, ridete. Orbene, da quando gestisco […]

Read more