Category: Diario

4 anni fa nasceva “Diario di un ipocondriaco”

Arrivo un po’ in ritardo, ma nel vago ricordo dei giorni in cui nasceva Diario di un ipocondriaco mi sono accorto che il 13 ottobre 2014 avevo creato la pagina. L’ho scoperto con un nuovo strumento disponibile sull’app ufficiale di Facebook, ed ecco la sorpresa: Perché creare il diario di un ipocondriaco? Avevo 31 anni ed […]

Read more

DIARIO | Una prossima vita senza ipocondria (8 ott 2018)

  Caro diario,   Esisterà una prossima vita senza ipocondria? Lo so, con questa domanda scomodiamo una legione di concetti, teorie, credenze, tomi e studiosi che ancora cercano una risposta. Ciò che ti chiedo, però, nasce dalla disperazione.   Non ne posso più.   Ben vengano i farmaci, le soluzioni disinfettanti, la mia scelta di […]

Read more

DIARIO | Si sta come d’autunno il raffreddore e le crisi (29 sett 2018)

Caro Diario, non ero più abituato. Fortunatamente l’estate non è stata torrida come quella del 2017, ma quando al mattino ti svegli e ti ritrovi con la pelle d’oca le cose sono due: o sei vecchio o c’è freddo. No dai, c’è freddo. Me ne accorgo quando esco di casa e la t-shirt non è […]

Read more

DIARIO | Ipocondria, estate e zanzare (26 giu 2018)

Caro diario,ipocondria fa rima, più che mai, con estate. Mentre tutti si scoprono lucertole, stazionando sulle panchine esposte al sole delle 12 perché «rega’, c’ho bisogno der sole, er sole fa bene, aò!», io mi scopro vampiro, pericolosamente minacciato da luce, caldo e fuckin’ zanzare. Sì, le zanzare, e il mio non è un odio […]

Read more

DIARIO | La mia fobia sociale (12 giu 2018)

Caro diario, quel pomeriggio avevo fame. Dopo una mattina trascorsa tra autobus, cose, documenti da stampare e consegnare, ancora cose e cose, proprio quando il sole era allo zenit mi si era aperta una voragine nello stomaco. Fortunatamente ero vicino al centro della città e non era difficile trovare punti di ristoro anche per un […]

Read more

DIARIO | Ipocondria e superstizione (14 mag 2018)

Caro diario, sono un appassionato di film horror e lo ben sai (dottor Helmut Alzheimer docet), tanto da trovare oramai noiosa ogni produzione contemporanea. Siano lodati i primi lavori di Dario Argento, l’intera filmografia di Lucio Fulci e quelle stra-maledette pellicole ipnotizzanti di David Lynch. Sì, va bene, ma quando dal vivo ti ritrovi di […]

Read more

DIARIO | La mia playlist del panico (3 mag 2018)

Oggi non ti saluto, ho di meglio da fare. Un paio di cuffie e una voglia di evasione, questa volta, mi terranno lontano dal mondo per rinchiudermi nel mio. Non ho, ovviamente, una playlist che include solamente brani che scatenino ansia e disagio: da musicista quale sono cerco sempre un assortimento importante, che mi faccia […]

Read more

DIARIO | Il vizio insulso di sminuire l’ipocondria (3 mag 2018)

Caro diario, io le spacco la faccia. Succede che mi ritrovo a chiacchierare in una tavolata con persone che nemmeno conosco. Sono lì per caso, ecco. Una di esse lamenta alcuni dolori che partono dal petto e si irradiano lungo l’esofago, fino a provocargli fastidiosi bruciori e rutti acidi. «Cristo, che mi succede?», chiede. Una […]

Read more

DIARIO | Sono un rottame (23 apr 2018)

Caro diario, avevo già dedicato una lettera al mio organismo, ma sono rimasto inascoltato. Hai troppo da fare o almeno tu mi presti orecchio? Allora, io non posso accusare disturbi digestivi solo perché decido di fare pranzo con un pezzo di pizza rossa, d’accordo? L’ho sempre mangiata. Vorrei sapere perché cavolo deve farmi male proprio […]

Read more

DIARIO | Primavera ed entomofobia (20 apr 2018)

Caro diario, 19 gradi. Si parla di Apollo e della sua alternanza di alte temperature e temporali improvvisi. Insomma, oggi per la prima volta non ho indossato il giubbotto e non ho avuto di che lamentarmi. Tranne alle 12, quando per la pausa caffè sono uscito sul prato della biblioteca e ho incontrato una vespa, due api, un calabrone […]

Read more