DIARIO | Mi dimentico le parole (11 nov 2017)

diario fabio novembre 2017 mi dimentico parole

Capita solo a me?

O è normale?
È sintomo di qualche malattia?
O è semplice natura umana?
Ho un danno neurologico?
O peggio, ho l’Alzheimer?

Mille domande, nessuna risposta.

Ecco cosa provo ogni giorno della mia vita, e adesso vi racconto il perché di tutto questo.

È semplice. Parlo, da solo o con qualcuno, e di punto in bianco non so cosa dire. Nel bel mezzo della frase non riesco a finirla perché non trovo le parole. Le penso per diversi secondi e l’imbarazzo comincia a salire per gli inesorabili momenti dove il silenzio pervade il discorso.
Niente. Tutto piatto.
Faccio una risata, magari smorzo l’atmosfera che si è creata.
Esordisco spesso con un “va be’, dai, avete capito” per chiudere il discorso e potermi concentrare sui miei pensieri che urlano alla malattia mentale.

È orribile, e ti condiziona la vita a tal punto da evitare ogni contatto con altre persone, per scongiurare ogni dialogo e allontanare il pericolo.

La cosa peggiore è che è imprevedibile. Mi è successo al ristorante, ma servivo io i clienti. Mi è successo a lavoro, ma durante il mio colloquio.
Non posso sapere quando e dove, posso solo aspettare che accada e avere i mezzi per arginare l’errore davanti alle persone, per poter continuare la conversazione.

La paura di parlare in pubblico, di relazionarmi e di andare incontro a qualche dialogo mi impedisce spesso di uscire di casa.

È possibile vivere così?
Mi sento in trappola, rinchiuso nei miei problemi e senza una via d’uscita.

Tagged , , , , , , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *