10COSE | I 10 segnali dell’emetofobia

diecicose emetofobia

L’emetofobia è la paura di vomitare o di vedere qualcuno che lo fa.

Chi è emetofobico prova terrore puro da Novembre a Marzo per via dei virus intestinali, e non appena cominciano le prime notizie, l’emetofobico vorrebbe chiudersi in casa e rinunciare a vivere.

Ma come si riconosce un emetofobico? Ecco 10 esempi per aiutarvi a riconoscerlo:

1. Trattiene il fiato quando passa in luoghi affollati

      Come nei centri commerciali. Noi emetofobici mandiamo altre persone in farmacia per paura di ammalarci;

2. Si lava continuamente le mani prima di mangiare

     Anche toccando un semplice pacco di patatine subito dopo rilaviamo le mani;

3. Declina un’uscita se la persona in questione sta male

     “Ah cavolo mi spiace! Facciamo tranquillamente un’altra volta!” e subito dopo sopraggiunge una sensazione di puro sollievo;

4. Se vede una persona stare male di stomaco soffre di crisi di ansia allontanandosi dal luogo

      E parte il conteggio dei famosi tre giorni di incubazione del virus;

5. Se in famiglia ci sono membri malati si chiude in camera per giorni

      Della serie: “se stai male stai in camera tua, mamma!”

6. Disinfetta ogni ripiano o utensile mentre cucina

        E controllo se nel prodotto c’è l’alcol, altrimenti non serve a niente;

7. Nei mezzi poggia la sciarpa su naso e bocca per non contrarre virus

       Accompagnato dal guardare male le persone che tossiscono senza mano davanti;

8. Non si avvicina a bambini poiché sono portatori di malattie virali

       Belli e coccolosi ma altamente pericolosi!

9. Non può sentire la parola “vomito” senza provare ansia

       Ho provato anche a scriverla. Niente da fare: da eliminare proprio dal vocabolario;

10. Mangia solo alimenti che non possono andare a male quando è fuori casa

          Una bella pasta al sugo o della pizza bianca, grazie!

Tagged , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *