IPOSTORIE | L’ipocondria di Adele

AdeleHello

Adele è ipocondriaca?

Sì, stiamo parlando di Adele Laurie Blue Adkins, classe 1988 e autrice di successi internazionali come Rolling in the deep, Someone like you e le più recenti Hello e Send my love (to your new lover).

Il 16 Agosto la cantante britannica ha dovuto annullare due spettacoli a Phoenix, in Arizona, per un brutto raffreddore che le impediva di cantare al meglio e di presentarsi sul palco con le giuste forze. Per annunciare l’annullamento delle date, Adele ha lasciato un video-messaggio ai suoi fan:

 

Ciao a tutti – dice – in particolare a voi di Phoenix, in Arizona. Questa sera il mio spettacolo non ci sarà, il mio secondo spettacolo. Sono davvero, davvero mortificata. Ho avuto un raffreddore per un paio di giorni, e ho spinto troppo. Ieri sera ho fatto il mio spettacolo, e mi è piaciuto. Ma ho esagerato e il raffreddore ha avuto la meglio su di me.

Potremmo trovarci ancora nell’ordinario. A qualsiasi artista può capitare una normale infezione che lo costringe al riposo a discapito delle date già fissate per il tour. Con Adele, però, è diverso. Tra un labirinto di cavi cannon, D.I. bilanciate e solfeggi, nasconde uno stato di cose che tradiscono una sospetta ipocondria. Perché? Come racconta questo articolo di The Sun dell’8 Settembre 2016, Adele ha imposto una sorta di quarantena ai membri del suo staff per fare in modo che la cancellazione delle date di Agosto non abbia più ragione di ripetersi. Una volta alla settimana, infatti, un medico assoldato dalla cantautrice stessa effettua un check-up a lei e a tutti i membri dello staff. Chi risulta in salute riceve una sorta di badge che gli consente di avvicinarsi all’artista, non trovandosi nel rischio di contagio.

L’ipocondria non conosce limiti. Da Carlo Verdone a Piero Chiambretti, da Charles Darwin a Marcel Proust, personaggi della storia e dello spettacolo hanno spesso sofferto di questo disturbo. Adele compresa. Non le si può dire “benvenuta”, di certo, perché l’ipocondria non è ‘sta gran passeggiata di salute.

Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , ,

One thought on “IPOSTORIE | L’ipocondria di Adele

  1. […] Una volta alla settimana, infatti, un medico assoldato dalla cantautrice stessa effettua un check-up a lei e a tutti i membri dello staff. Chi risulta in salute riceve una sorta di badge che gli consente di avvicinarsi all’artista, non trovandosi nel rischio di contagio. (Approfondisci in questo articolo) […]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *